Contro la violenza di genere… e non solo

Donnenelconflitto

Contro la violenza di genere… e non solo

Dedalofurioso è da diversi anni impegnato a proporre eventi che sensibilizzino il pubblico su temi socio-culturali. In particolare abbiamo ideato un filone che si occupa di combattere gli stereotipi di genere durante tutto l’arco dell’anno, non solo in occasione di ricorrenze specifiche e già note.

E’ nata quindi la rassegna WDays ‘non solo 8 marzo’ e sono sorte iniziative come quelle che si sono sviluppate fra l’estate (tra le quali, ad esempio, l’evento musicale live set delle ElectronicGirls, progetto che vuole mettere al centro l’oltrepassamento dell’identità di genere, attraverso le competenze artistiche e le nozioni di ingegneria del suono) e la stagione invernale corrente, che vede a Dueville, nel mese di novembre la programmazione di due date su queste tematiche e a Vicenza e nel Triveneto altrettante iniziative a riguardo.

Il 18 novembre alle ore 16.30, nello spazio della Biblioteca Civica di Dueville (via Rossi,37), proponiamo “Giulietta: ennesima morte con lo stesso copione”: presentazione del fumetto omonimo a cura di Marzia Bonaldo e Gianluca Dall’io. Il progetto cerca di addentrarsi nelle vicende che raccontano di violenza sulle donne, sviluppandosi in due direzioni, per parlare a un pubblico trasversale: oltre ad una pièce teatrale, gli autori ne hanno tratto anche un’opera di illustrazione, un fumetto appunto, per raggiungere i più giovani su queste problematiche così urgenti. L’ingresso all’evento è gratuito e libero.

Il 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza di genere, il gruppo teatrale “Follia organizzata” verrà ospitato, alle ore 20.45, presso il teatro-cinema della Barchessa di piazza Monza (temporanea sede sostitutiva del nostro Teatro Cinema Busnelli, in attesa del suo radicale rinnovo che terminerà a gennaio 2018) con l’opera teatrale “Donne dentro al conflitto”. L’iniziativa vuole trattare di argomenti di genere mediante i cambiamenti storico-sociali causati della Grande Guerra sulla civiltà europea e in specifico sul panorama italiano. L’appuntamento è organizzato in collaborazione con il Comune di Dueville, Commissione Pari Opportunità, l’ingresso è a contributo responsabile: il ricavato verrà devoluto al Centro Antiviolenza di Vicenza “Donna chiama Donna”.

Ma l’impegno di Dedalofurioso su queste tematiche non si esaurisce in questi progetti, seguiamo su diversi fronti anche altre produzioni: oltre all’interpretazione giocosa con punte di sarcasmo pungente della “Enciclopedia della donna perfetta” di e con Stefania Carlesso e Paola Rossi, in programma tutto l’anno, la compagnia Matàz Teatro propone, a cura di Evarossella Biolo e Marco Artusi, la lettura scenica “Uno, nessunA, centomila”, realizzata in vari contesti e in scena questo mese a Falcade (TV) il 16, e a Fagagna, provincia di Udine, il 25.

Altra produzione che indaga gli stereotipi di genere e di orientamento, attraverso un linguaggio votato al paradosso, è “Sister(s)” di ExvUoto Teatro, progetto ideato e realizzato da Andrea Dellai e Tommaso Franchin, in programma al Teatro Bixio di Vicenza il prossimo 25 novembre alle ore 21.